Agriturismo Mastrofrancesco: il borgo delle tradizioni

Di : | 0 commenti | On : 11/01/2017 | Categorie: : AgriCultura, Recensioni, Ristoranti

Agriturismo Mastrofrancesco
FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Percorrendo il lungo sentiero immerso nella vallata, sento già il profumo di casa; nella vulnerabile natura, incastonato vi è un piccolo borgo dove ogni cosa, in rispettoso silenzio, resta al suo posto. Nulla sembra essere cambiato dall’ultima volta cui ho posato gli occhi sulla grande quercia che abbraccia e protegge – quasi fosse una campana di vetro − la vecchia casa della famiglia Martino. Robuste pareti brune impregnate di storia sussurrano ricordi, aneddoti di vita quotidiana, terra sotto le unghie, schiene ricurve e volgendo lo sguardo intorno, oltre i muretti di pietra, il tempo sembra essersi fermato. Le tradizioni della terra campana e la vita contadina, condensate in un’unica struttura: l’Azienda agricola e Agriturismo Mastrofrancesco . Ad accogliermi, come sempre, gli occhi profondi e l’abbraccio caloroso del padrone di casa, nonché chef della struttura, Dino Martino; e solo con la sua presenza, basta socchiudere gli occhi per sentire le voci nei campi all’imbrunire e lo scoppiettar dei ceppi nella cucina a legna; il ribollir dei fagioli nel tegame, il profumo del pane croccante che pulirà  il piatto.

Agriturismo Mastrofrancesco

La sua cucina rallenta le lancette sulla scia delle stagioni, dipinge i colori e i profumi dell’orto, racconta l’impegno, la dedizione e la cura per gli animali e soprattutto per l’allevamento del suino casertano su cui fonda la tavola dell’azienda stessa. Nei suoi piatti, il profumo del dì di festa, l’immagine della famiglia raccolta per uccidere il maiale, un rito che ancora questa terra conserva; salumi lavorati a mano e carni fresche cotte lentamente.

Agriturismo Mastrofrancesco

Un pasto fatto adagio, comodamente, un salto nel passato, al calore della stufa o sotto il patio, nelle fresche giornate estive e accompagnato dalla sapiente descrizione di Dino Martino e dello staff dell’ Agriturismo Mastrofrancesco . Perché se è vero che si respira un’atmosfera di altri tempi, è pur vero che nulla è lasciato al caso e ogni ingrediente che arriva in cucina e coscienziosamente ricercato e studiato. Olio extravergine d’oliva, pomodori appesi, peperoni secchi, farine di grani antichi − di cui Dino diffonde la conoscenza con grande impegno −, caciocavallo contadino, legumi, tutti prodotti poveri ma emblema della buona cucina italiana. Non a caso tra i vari piatti gustati durante la permanenza, scelgo una ricetta che con semplicità ha catturato tutti i miei sensi: le uova in purgatorio o “uov ‘mpriatorio”. Da buon contadino Dino porta sulla sua tavola una delle ricette più antiche della tradizione campana. L’aglio e cipolla sfrigolano nell’olio bollente fino a quando la “pummarola” − che “in dicembre senza pausa […] invade le cucine, entra per i pranzi, si siede […] nelle credenze…” così recitava Neruda − si espanderà nel tegame lasciando profumo d’estate nell’aria.  Sarà questo il letto su cui l’uovo, nobile ingrediente campagnolo, poggerà. Immancabile, il pane tostato e il filo di olio, matrimonio perfetto sulla tavola di “Mastrofrancesco”. Si chiamerà anche “uova in purgatorio”, ma resta che è un piatto paradisiaco.

Agriturismo Mastrofrancesco

Nessun incontro è fortuito e ne sono più convinta dopo aver conosciuto Dino e la sua azienda.   Ciò che si può vivere e imparare in questa terra, a pochi chilometri da Morcone in provincia di Benevento, rende la nostra Italia ancora più bella e aggrappata alle radici, all’onestà, alla genuinità. E alle parole di Dino “Questo non è un ristorante: è un agriturismo!” rispondo: “È proprio vero: Mastrofrancesco è una storia di cibo e amore… e come tutti gli amori, va vissuto intensamente”.

Per prenotazioni:
Agriturismo Mastrofrancesco
C.da Piana, 262
Morcone (BN)
3286229999 Dino Martino

Share This Post!
  • Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Frittura di gamberi e calamari
  • Mattina 8
    Mattina 8
  • Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Montanara con la Genovese
  • Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
  • La Lanterna Mugnano del Cardinale
    La Lanterna Mugnano del Cardinale
    Paella Valenciana
  • Osteria Signora Bettola               Napoli
    Osteria Signora Bettola Napoli
    Il ragù
  • Risotto
    Risotto
    Paolo Gramaglia
  • Tenuta Romano                       Saviano (Na)
    Tenuta Romano Saviano (Na)
    Carrè di vitello
  • Casa Lerario                                   Melizzano (Bn)
    Casa Lerario Melizzano (Bn)
    Zampone allo zabaione
  • Vasinicola               Caserta
    Vasinicola Caserta
    Pasta e patate con la provola
  • Riccio La Locanda del Mare                    Baia
    Riccio La Locanda del Mare Baia
    Tartare di gambero rosso con julienne di seppioline e mentuccia
  • Made in Food      Posillipo
    Made in Food Posillipo
    Penne lardiate nella pagnotta di Filosa
  • Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartare di tonno con funghi e tartufo
  • Taverna Estia          Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carne di Maiale
  • Taverna Estia               Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carciofi cotti in olio extravergine, affumicati e farciti con spuma al pecorino, guanciale e tartufo nero
  • La Bifora                                       Bacoli
    La Bifora Bacoli
    Salsiccia di pezzogna con i friarielli e panino al nero di seppia
  • Terrazza Calabritto Napoli
    Terrazza Calabritto Napoli
    aragosta
  • Zeppola di San Giuseppe
    Zeppola di San Giuseppe
    Sabatino Sirica