Castellammare capitale della beneficenza

Di : | 0 commenti | On : 10/08/2018 | Categorie: : Eventi

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Eccellenze della Campania grandi protagoniste con Food e Spettacolo in primo piano, nel riuscito evento che ha impreziosito l’Estate di Castellammare di Stabia con un evento solidale di alta qualità, nella nota rassegna itinerante “Salute, Alimentazione e Bellezza: tutto quello che molti non sanno”, firmata dalla giornalista Teresa Lucianelli.
Anna Capasso testimonial Unicef, lo chef stellato Giuseppe Aversa, capofila dei grandi protagonisti del gusto. Ilva Primavera in un intenso tributo alla grande canzone classica napoletana, Gennaro De Crescenzo, applaudito protagonista di una variegata esibizione canora che ha coinvolto il qualificato pubblico presente all’HuB e ancora tanti altri valenti artisti solidali


Castellammare di Stabia ha ospitato in questa calda Estate le Eccellenze della Campania che si sono riunite in nome del Bene in occasione di “Insieme per il Territorio: Castellammare p’e Criature” evento all’insegna dell’alta qualità sovrana, in sostegno delle più che meritorie iniziative portate avanti con impegno costante dalla attivissima Onlus “A voce d’e Criature”, guidata dal sacerdote anticamorra Don Luigi Merola, mirate al recupero dei ragazzi a rischio.
L’appuntamento che ha visto riuniti tanti importanti nomi dell’Eno-Food e dello Spettacolo, della Cultura e dell’Imprenditoria, del settore Benessere e delle Arti, si è svolto all’Hub – elegante e modernissima sede del Gruppo Panariello, concessa per l’occasione dal manager Alessandro Panariello – e rientra nella nota ed apprezzata rassegna itinerante solidale di Eccellenza “Salute, Alimentazione e Bellezza: tutto quello che molti non sanno”, ideata, organizzata e promossa dalla giornalista Teresa Lucianelli, impegnata anche nell’evento di “Insieme per il Territorio: Castellammare p’e Criature” quale organizzatrice e responsabile per la Comunicazione oltre che cronista della riuscita serata. Nelle mani dello chef Maurizio Di Ruocco, sono stati invece concentrati sua il coordinamento dei valenti chef che hanno partecipato ed impreziosito la manifestazione con i loro squisiti piatti, sia la gestione amministrativa dell’evento.
Alta qualità a 360 gradi, a partire dal qualificato pubblico, entusiasta dell’iniziativa e partecipe. Presente e visibilmente soddisfatto per la scelta di Castellammare quale sede della manifestazione, il primo cittadino stabiese, Gaetano Cimmino, a capo delle Autorità locali, che ha testimoniato l’interesse dell’Ente affibche l’evento diventi una rassegna cadenzata, auspicando altre edizioni, come dichiarato anche nelle interviste concesse nell’occasione. E c’erano molti esperti di settore, professionisti e imprenditori, rappresentanti dei Media specializzati – giornalisti, fotoreporter, teleoperatori, blogger, influenzer – appassionati del buon bere, del buon mangiare e aficionados del migliore Eno-Food e dell’Agro-Alimentare “genuino, territoriale, stagionale” presentati e promossi all’interno di un discorso complessivo legato alla Cultura e al Benessere.
Musica live, applauditissime esibizioni di numerosi artisti e l’immancabile dance che ha movimentato la serata ampiamente partecipata.

Dopo le essenziali presentazioni di rito, la luculliana cena con variegati buffet serviti. Squisite ed irresistibili proposte firmate dai migliori chef e dai maestri pasticcieri, pizzaioli e panificatori, in rappresentanza di aziende pluristellate e stellate e da rinomate location ristorative, tutte comunque di altissimo standard qualitativo.
Un pregiato banchetto con pietanze gourmet e intramontabili classici rappresentativi della Campania.
Superlativo altrettanto lo Spettacolo.
A completamento, pure il servizio traduzioni in simultanea (inglese e francese) curato da Annamaria Finizio, che ha garantito la massima fruibilità della kermesse, realizzata all’insegna dei collaudati canoni di “Insieme per il Territorio”: pur rientrando nella rassegna esclusiva di Eccellenza “Salute, Alimentazione e Bellezza: tutto quello che molti non sanno” firmata da Teresa Lucianelli, rappresenta infatti la formula easy, particolarmente accessibile, indirizzata al largo pubblico e non riservata dunque a pochi esigenti fruitori.

Rinomate location ristorative hanno donato il proprio contributo, hanno brillato grazie all’applaudito impegno dell’esercito dei loro magnifici esperti di settore, iniziando dallo stellato Il Buco, Sorrento, capofila della kermesse, con l’egregio rappresentante della migliore Cucina sorrentina Peppe Aversa; Scaramuré, Nola, presente alla grande, con due maître patissier da ristoranti pluristellati: Tommaso Foglia e Martina Brachetti, autori di eccezionali preparazioni assortite: belle e preziose come variopinti gioielli che hanno incantato pure i golosi più pretenziosi.
Da Napoli: Cuori di Sfogliatella col sovrano incontrastato della sfogliatella napoletana Antonio Ferrieri: un’invidiabile varietà di ricce e di frolle, sia rustiche che dolci, per la felicità – come sempre – di ogni palato, anche il più esigente; Arfé, altissimi livelli, tra i vertici della Gastronomia partenopea, con il patron Antonio Arfé; di seguito sempre qualità superiore: Bianco Baccalà, secoli di tradizione, con Luca Grande; Pizzeria Carmine Iorio, Melito, Carmela Iorio: la perfezione delle pizze, fritte con certosina pazienza da mamma Raffaella Grillo; Macelleria vegetariana Italia, le gustose preparazioni di Gennaro Gagliano; Pizzeria La Bufalina, Napoli, l’instancabile Fabio Caracino alle prese con le specialità della casa.
Da Vico Equense, città internazionale del buon gusto: Associazione Pizza a Vico; Cerasé, Michele Cuomo, campione mondiale di Pizza a Metro, simbolo del Territorio, insieme a Peppe Celentano: pizze over size con impasti e farciture particolari da ingredienti Dop; Moon Valley, Guido Michele Langellotti con la pasticceria di alta classe: irrinunciabili golosità de luxe; Acquacheta Scrajo Mare, la brava Elisa Scala con i piatti caratteristici.
Eccellenze della Campania da Pompei: Il Principe, con il superlativo e fantasioso Gian Marco Carli; La Bettola del Gusto, squisitezze di Alberto Fortunato; Caupona con l’ottimo Enrico Ruggiero; Le Lune, originali interpretazioni di Gustavo Milione.
Da Somma Vesuviana sceltissimi sapori territoriali, innanzitutto sua Maestà il Baccalà, ovviamente top level, preparato con assoluta competenza: La Lanterna, Consiglia Caliendo e Luigi Russo; La Cantina di Aragona, Anna Cristiano.
Ancora massime espressioni di gusto: il Ruah, San Vitaliano, di recentissima apertura e già noto per la sua originale offerta degustativa e gli ottimi dolci firmati da Gennaro Langellotti, maestro pasticciere di Gallucci Nola, presente insieme allo chef Salim Mokiyes: innovative creazioni sia dolci che salate; UPTER Style School, Aprilia, Roma, presidente e autorità di settore Alfredo Folliero; Il Tritone, Praiano, Alfonso Pepe: i sapori e i profumi inconfondibili della Costa d’Amalfi; Panificio Malafronte, Gragnano, con gli squisiti ed insuperabili prodotti genuini di Massimiliano Malafronte; Amor Mio, Brusciano, il creativo e versatile Vincenzo Toppi, autore di tante richiestissime prelibatezze; la ristrutturanda Villa Zaira, Castellammare di Stabia, Maurizio Di Ruocco; Macelleria Maggiore, Pimonte, le carni scelte di Gino Donnarumma; Hakert Restaurant Patisserie, Caserta, le dolcezze di Marco Merola; La Baita del Re, Ottaviano, Nunzio Illuminato valente interprete della Cucina Mare & Terra del Vesuviano, insieme a Giuseppe Illuminato; Mamma Elena, San Giuseppe Vesuviano, Francesco Gioacchino e Fabio Vorraro le specialità variegate del Vesuvio; Joia, Pimonte, Elisa Somma, le tipiche bontà dei Colli; Masseria Fontana Ramata, Carinola, Vincenzo D’Amore: genuina mozzarella e delicatissime ricottine da latte di bufala; Casearia Caudina, Rotondi, prodotti da latte vaccino, Ciro Cioffi; Sapori Vesuviani, Portici, Pasquale Imperato: la massima espressione del prezioso pomodorino del piennolo Dop del Vesuvio. Tartufi per passione, Vairano Scalo, Flavio Acciardo e le sue intense e prelibate squisitezze; Osteria La Lanterna, Mugnano del Cardinale, gli ottimi Luisa Evangelista e Stefano Parrella e con Carlo Bonaguro, Felice Bonavita, Salvatore Coppola; Azienda Agricola Fratelli Rusciano, Chiaiano, Napoli: succosa frutta appena raccolta; i valenti Giuseppe Di Gaetano; Rosario Giustiniani e ancora tanti altri a testimonianza delle magnifiche competenze campane. Tutti noti ed apprezzati professionisti del gusto.

Per lo Spettacolo, la partecipazione della cantante ed attrice Anna Capasso, testimonial Unicef, finalista al David di Donatello, protagonista Rtl e Rai Cinema e nel prossimo dicembre in Lacrime napoletane, al Teatro Trianon, per la regia del direttore artistico Nino D’Angelo.
Tanti noti artisti solidali, amati dal pubblico campano con la loro acclarata professionalità: Ilva Primavera, splendida interprete di rara intensità della migliore canzone classica napoletana a difesa della quale continua a dedicare il massimo impegno; Gennaro De Crescenzo, in un’appassionata e vibrante performance canora dedicata alla Campania, che ha conquistato e coinvolto la platea; il direttore artistico della manifestazione Mario Blasio, anche nella veste di cantautore, con l’Associazione musicale Denza, top nella Penisola Sorrentina; il maestro Espedito Longobardi; Rita Ciccarelli & Flowin’ Gospel sul palco in una esibizione corale di grande effetto; il fonico Franco Fernando; Rosario Sisignano fondatore degli Statv Band, e altri ancora.

Tra le donazioni raccolte in occasione di “Insieme per il Territorio: CASTELLAMMARE P’E CRIATURE”, a favore della Onlus “A voce d’e Criature”, una imponente collana di corallo ed un vassoio di ceramica decorata tributo di Paola Fiorentino, imprenditrice positanese delle maison de charme di fama mondiale Villa Fiorentino e Villa dei Fisici oltre che apprezzata chef e pittrice, unitamente ad una sua opera: un suggestivo quadro intitolato “Rose al tramonto”.
Inoltre, sempre in tema di preziosi, una raffinata parure, collana e orecchini, in grandi perle a goccia, disegnata e realizzata dalla generosa creatrice Irma Carosella per Icaro Le Gioie, fattive testimonianze partecipative all’evento solidale.

I sostenitori: La Torrente, conserve caratteristiche del territorio, Sant’Antonio Abate; Il Melà, Napoli, vini e oli biologici; Re della Pasta, specialità da Gragnano; Cantina La Mura; Cantine degli Astroni, Napoli; Lunarossa vini e passione, Giffoni Vallepiana; Gloria Mundi Birra artigianale, Serrungarina; Biofonte, acqua leggera e ricca di energia come da sorgente, con l’esperta Rosalia Ciorciaro; AIS Penisola Sorrentina; Reppuccia Forni di alta qualità da Eboli, presente con un forno top gamma; Goeldlin, Cis, Nola, divise e accessori personalizzati per la Ristorazione; Icaro Le Gioie, Castellammare di Stabia, originali preziosità creative lavorate a mano, di Irma Carosella; Ingrosso Bibite Fratelli Alfano, Gragnano; Marylav, Angri.

Infine, i Patrocini morali: Aquila Film, Napoli; Fondazione Giambattista Vico; Movimento ecologista europeo FareAmbiente; Accademia Belle Arti, Nola; Dipartimento Cinematografia, ABAN, Nola.

Share This Post!
  • Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
  • Osteria Signora Bettola               Napoli
    Osteria Signora Bettola Napoli
    Il ragù
  • Tenuta Romano                       Saviano (Na)
    Tenuta Romano Saviano (Na)
    Carrè di vitello
  • Casa Lerario                                   Melizzano (Bn)
    Casa Lerario Melizzano (Bn)
    Zampone allo zabaione
  • Vasinicola               Caserta
    Vasinicola Caserta
    Pasta e patate con la provola
  • Riccio La Locanda del Mare                    Baia
    Riccio La Locanda del Mare Baia
    Tartare di gambero rosso con julienne di seppioline e mentuccia
  • Made in Food      Posillipo
    Made in Food Posillipo
    Penne lardiate nella pagnotta di Filosa
  • Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartare di tonno con funghi e tartufo
  • Taverna Estia          Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carne di Maiale
  • Taverna Estia               Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carciofi cotti in olio extravergine, affumicati e farciti con spuma al pecorino, guanciale e tartufo nero
  • La Bifora                                       Bacoli
    La Bifora Bacoli
    Salsiccia di pezzogna con i friarielli e panino al nero di seppia
  • Terrazza Calabritto Napoli
    Terrazza Calabritto Napoli
    aragosta
  • Pizza caprese
    Pizza caprese
    Salvatore Vesi a Caserta