Cetara non si ferma: le alici verso la De.Co.

Di : | 0 commenti | On : 03/12/2018 | Categorie: : AgriCultura

Colatura di Alici di Cetara
FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Cetara non si ferma. In attesa della risposta europea che legherà per sempre il nome della Colatura a quello della D.O.P., il sindaco Fortunato Della Monica guarda avanti.

E lo fa utilizzando lo strumento della De.Co., la notizia arriva a margine della tavola rotonda “Dal pescato alla tavola: sostenibilità, qualità e sicurezza del consumatore. Le alici e la colatura di Cetara” nel corso della quale il primo cittadino della splendida località che apre la costiera amalfitana ha dichiarato:Vantiamo un eccellente paniere enogastronomico – dichiara il Sindaco di Cetara, Fortunato Della Monica – la cui punta di diamante è la Colatura di Alici di Cetara che presto concluderà l’iter europeo della D.O.P.: liquido ambrato di una bontà unica che sarà fatto esclusivamente con le alici pescate nel Golfo di Salerno. Al fine di tutelare sempre di più il nome del mio Paese prima di Natale delibereremo anche sul riconoscimento del marchio De.Co. Il primo riconoscimento sarà per le “Alici di Cetara”, al fine di evitare che i consumatori vengano tratti in inganno con un pescato di provenienza adriatica o addirittura estera. La Denominazione Comunale diventerà quindi un efficace strumento di tutela, valorizzazione e di sviluppo del territorio locale, che apporterà tutta una serie di benefici per i pescatori, le aziende locali, i cittadini e l’intero territorio di riferimento”.

Colatura di Alici di Cetara
Sulla bontà delle alici di Cetara si è anche soffermato il biologo marino Corrado Piccinetti, Responsabile scientifico Programma “Linea Blu”: “Le loro caratteristiche, dimostrato da dati scientifici, ci docono che sono sicuramente superiori a quelle che vivono nell’Adriatico” spiega accogliendo con benevolenza la notizia resa nota dal sindaco.

Colatura di Alici di Cetara

Marianna Vitale

Utilizzerebbe alici e colatura di Cetara in ogni piatto la chef stellata Marianna Vitale: “Faccio prima a dire dove non la metto” spiega nel corso del suo intervento, poi aggiunge: “Sono qui in quanto affascinata dal grande lavoro che si sta facendo per valorizzarla insieme agli altri prodotti di questa zona”. Al fianco di Della Monica anche Filippo Diasco, Direttore generale Politiche Alimentari e Forestali della Regione Campania: “Appoggeremo Cetara in ogni progetto vorrà presentare per la valorizzazione dei suoi prodotti” e il deputato Piero De Luca: “Ci sentiamo di frequente e continueremo a farlo fino a quando non arriverà la notizia più attesa: quella della Dop”.

Il professore Vincenzo Peretti, Docente Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II ha illustrato i dettagli del progetto CACeDOP “Caratterizzazione del processo produttivo, delle qualità organolettiche e gustative e dei parametri chimico-fisici, genetici e microbiologici della Colatura di Alici di Cetara D.O.P.”, nato nell’ambito del protocollo firmato dal Comune di Cetara, dall’Associazione per la valorizzazione della Colatura di Alici di Cetara, dal Dipartimento MVPA della Federico II e dal Flag “Approdo di Ulisse”. Sostenibilità, ricerca, innovazione, garanzia di qualità e sicurezza per il consumatore saranno quindi al centro di questo progetto.

Share This Post!
  • Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Frittura di gamberi e calamari
  • Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Montanara con la Genovese
  • Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
  • Osteria Signora Bettola               Napoli
    Osteria Signora Bettola Napoli
    Il ragù
  • Tenuta Romano                       Saviano (Na)
    Tenuta Romano Saviano (Na)
    Carrè di vitello
  • Casa Lerario                                   Melizzano (Bn)
    Casa Lerario Melizzano (Bn)
    Zampone allo zabaione
  • Vasinicola               Caserta
    Vasinicola Caserta
    Pasta e patate con la provola
  • Riccio La Locanda del Mare                    Baia
    Riccio La Locanda del Mare Baia
    Tartare di gambero rosso con julienne di seppioline e mentuccia
  • Made in Food      Posillipo
    Made in Food Posillipo
    Penne lardiate nella pagnotta di Filosa
  • Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartare di tonno con funghi e tartufo
  • Taverna Estia          Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carne di Maiale
  • Taverna Estia               Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carciofi cotti in olio extravergine, affumicati e farciti con spuma al pecorino, guanciale e tartufo nero
  • La Bifora                                       Bacoli
    La Bifora Bacoli
    Salsiccia di pezzogna con i friarielli e panino al nero di seppia
  • Terrazza Calabritto Napoli
    Terrazza Calabritto Napoli
    aragosta
  • Pizza caprese
    Pizza caprese
    Salvatore Vesi a Caserta