Colatura di Alici di Cetara, il vincitore del contest è Salvatore Annunziata

Di : | 0 commenti | On : 02/12/2018 | Categorie: : Buonissimo

Colatura di alici di Cetara
FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Da Cetara in Normandia, alici in viaggio. Non è il titolo di un romanzo di avventura ma più semplicemente la ricetta che ha vinto il contest Ezio Falcone 2018, dedicato alla Colatura di Alici di Cetara. Il piatto realizzato dall’avvocato Salvatore Annunziata, titolare del blog “L’insolito Pasto” è stato votato all’unanimità dalla competente giuria allestita dall’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Cetara Angela Speranza, che ha organizzato l’evento in collaborazione con “Calendario del Cibo italiano”.

Colatura di alici di Cetara

Da Cetara in Normandia, alici in viaggio

Una ricetta semplice, realizzata nel rispetto della tradizione tenendo rispettando tutti gli elementi che rendono un piatto unico ed equilibrato. Salvatore Annunziata è stato premiato da Rita Lucantoni, vedova di Ezio Falcone che ha seguito da vicino l’evento.

Rita Lucantoni, moglie del compianto Ezio Falcone

Merita sicuramente la menzione il risotto “Ai profumi della costa d’Amalfi” dell’operaio Antonio Vaccaro. Gusto e profumo indimenticabile. Unica pecca l’aver lesinato nell’utilizzo della colatura di Alici di Cetara che non veniva fuori all’assaggio.

Colatura di alici di Cetara

Architettura del piatto da dieci e lode non a caso nel piatto di Bartolomeo Giordano. Cream tarte fra mare e terra spicca per impiattamento oltre che per il gusto. Non a caso la professione dell’autore è proprio quella dell’architetto.

La gara ha visto in giuria gli ambasciatori della colatura: gli chef Giovanni Sorrentino (Ristorante Bib Gourmat “Gerani”), Antonio Petrone (Ristorante “Pensando a te”), Peppe Guida (stella Michelin osteria “Nonna Rosa”) e Vincenzo Giorgio (Ristorante “La Cianciola”). Inoltre con la presidente Lucia Di Mauro hanno votato i giornalisti ed esperti del settore gastronomico: Barbara Guerra, Claudia Bonasi (Cucina a Sud), Roberto Esse (La Gazzetta dei Sapori) e Luciano Pignataro, Presidente di giuria (www.lucianopignataro.it).

Colatura di alici di Cetara

Lucia Di Mauro con lo chef stellato Peppe Guida

Colatura di alici di Cetara

Angela Speranza, l’organizzatrice

Nel corso della competizione, è stato effettuato il Panel Test “Sapori, odori e colori” sulla colatura di alici di Cetara, con i relativi obiettivi. A cura del Comitato scientifico dell’Associazione per la valorizzazione della colatura di alici DOP, coordinato da Secondo Squizzato, Presidente Associazione Amici delle Alici è stata illustrata la metodologia adottata, le attrezzature e i componenti del Panel.

Colatura di alici di Cetara

Raffaella Gambardella, la presentatrice

Il prestigioso premio, costituito da un piatto in ceramica realizzato dal maestro artista Lucio Liguori, è stato consegnato al vincitore da Rita Lucantoni, moglie del compianto Ezio Falcone – “A nome di Ezio, sono onorata di essere qui per omaggiare la colatura di alici di Cetara che, finalmente, è diventato un prodotto rinomato della tradizione, a cui mio marito ha dato tanto”. A tutti i partecipanti, inoltre, è stato offerto un cadeau da parte dell’Associazione Artiste Ceramiste Pandora, insieme a cesti di prodotti tipici.

Colatura di alici di Cetara

Salvatore Annunziata in cucina

In apertura, gli ospiti presenti ai tavoli per la degustazione di un menù preparato con le specialità locali, sono stati allietati da “‘A Colatura di Alici” una canzone ideata, in forma di poesia, dal professore Alfredo Capozzi, che descrive, sapientemente, alcuni aspetti peculiari del prodotto cetarese e le sue origini. Il tutto costruito attorno ad un congeniale fraseggio e arrangiamento musicale, dello stesso autore, che traggono spunto dalla tradizione popolare, con qualche riferimento alle sonorità mediterranee.

Colatura di alici di Cetara

La torre di Cetara

Share This Post!
  • Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Frittura di gamberi e calamari
  • Mattina 8
    Mattina 8
  • Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Montanara con la Genovese
  • Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
  • La Lanterna Mugnano del Cardinale
    La Lanterna Mugnano del Cardinale
    Paella Valenciana
  • Osteria Signora Bettola               Napoli
    Osteria Signora Bettola Napoli
    Il ragù
  • Risotto
    Risotto
    Paolo Gramaglia
  • Tenuta Romano                       Saviano (Na)
    Tenuta Romano Saviano (Na)
    Carrè di vitello
  • Casa Lerario                                   Melizzano (Bn)
    Casa Lerario Melizzano (Bn)
    Zampone allo zabaione
  • Vasinicola               Caserta
    Vasinicola Caserta
    Pasta e patate con la provola
  • Riccio La Locanda del Mare                    Baia
    Riccio La Locanda del Mare Baia
    Tartare di gambero rosso con julienne di seppioline e mentuccia
  • Made in Food      Posillipo
    Made in Food Posillipo
    Penne lardiate nella pagnotta di Filosa
  • Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartare di tonno con funghi e tartufo
  • Taverna Estia          Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carne di Maiale
  • Taverna Estia               Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carciofi cotti in olio extravergine, affumicati e farciti con spuma al pecorino, guanciale e tartufo nero
  • La Bifora                                       Bacoli
    La Bifora Bacoli
    Salsiccia di pezzogna con i friarielli e panino al nero di seppia
  • Terrazza Calabritto Napoli
    Terrazza Calabritto Napoli
    aragosta
  • Zeppola di San Giuseppe
    Zeppola di San Giuseppe
    Sabatino Sirica