Le panchine di Cetara

Di : | 0 commenti | On : 20/06/2019 | Categorie: : AgriCultura

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Con la stagione estiva le 34 panchine realizzate a Cetara (SA) di certo non passeranno inosservate per la bellezza dell’arte ceramica tipica del territorio costiero e per la particolarità dei disegni che le rendono assolutamente uniche.

Un’occasione di attrazione in più anche per i turisti: una sorta di esplorazione dei rimandi culturali presenti tra le vie del paese, oltre che ammirare panorami e scorci rimanendo seduti su vere e proprie opere d’arte.

In un’ottica di promozione e rivalutazione dell’arte e del territorio, ciascuna panchina raffigura dettagli significativi che si ispirano agli elementi caratteristici del piccolo borgo come la pesca e la colatura di alici di Cetara, San Pietro, patrono dei pescatori, i limoni e la bellezza dei terrazzamenti.
Non poteva mancare un omaggio ad Ugo Marano, esponente di una corrente artistica che abbraccia la tradizione ceramica dai colori intensi e decisi come il verde ramina che rappresenta il mare, alle sue frasi che racchiudono il senso stesso di chi le guarda e leggendo riflette le proprie considerazioni dell’uomo e della natura che li circonda.
Il progetto è stato realizzato presso il laboratorio del noto ceramista Vincenzo Santoriello da 3 artisti di Cetara: Filomena Bisogno, Matteo Giordano e Ida Giordano. I pittori hanno disegnato e dipinto seguendo intuizioni e scelte personali atte a tenere viva nella memoria di chi le osserva, le tradizioni, i costumi e i colori della Costiera, integrando senza stravolgere l’ambiente circostante.Le panchine oltre a rappresentare la socialità del luogo, divengono opere in cui il visitatore, può rievocare il fascino di personaggi e degli elementi che rappresentano l’identità di cetara, creando così un percorso culturale, le cui tappe conducono alla scoperta della nostra storia.
(Ph. Matteo Giordano)

Share This Post!
  • Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Frittura di gamberi e calamari
  • Mattina 8
    Mattina 8
  • Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Montanara con la Genovese
  • Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
  • La Lanterna Mugnano del Cardinale
    La Lanterna Mugnano del Cardinale
    Paella Valenciana
  • Osteria Signora Bettola               Napoli
    Osteria Signora Bettola Napoli
    Il ragù
  • Risotto
    Risotto
    Paolo Gramaglia
  • Tenuta Romano                       Saviano (Na)
    Tenuta Romano Saviano (Na)
    Carrè di vitello
  • Casa Lerario                                   Melizzano (Bn)
    Casa Lerario Melizzano (Bn)
    Zampone allo zabaione
  • Vasinicola               Caserta
    Vasinicola Caserta
    Pasta e patate con la provola
  • Riccio La Locanda del Mare                    Baia
    Riccio La Locanda del Mare Baia
    Tartare di gambero rosso con julienne di seppioline e mentuccia
  • Made in Food      Posillipo
    Made in Food Posillipo
    Penne lardiate nella pagnotta di Filosa
  • Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartare di tonno con funghi e tartufo
  • Taverna Estia          Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carne di Maiale
  • Taverna Estia               Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carciofi cotti in olio extravergine, affumicati e farciti con spuma al pecorino, guanciale e tartufo nero
  • La Bifora                                       Bacoli
    La Bifora Bacoli
    Salsiccia di pezzogna con i friarielli e panino al nero di seppia
  • Terrazza Calabritto Napoli
    Terrazza Calabritto Napoli
    aragosta
  • Zeppola di San Giuseppe
    Zeppola di San Giuseppe
    Sabatino Sirica