A Terzigno parte il prelibato format GourMATT

Di : | 0 commenti | On : 06/10/2019 | Categorie: : AgriCultura

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Grande partecipazione ieri sera all’evento GourMATT – Incontri di gusto, organizzato dal Comune di Terzigno (NA) presso il Museo Archeologico Territoriale.Un prelibato format che unisce visite guidate e degustazioni di prodotti enogastronomici locali e campani con l’obiettivo di far conoscere non solo le bellezze archeologiche ma anche altri tesori esistenti all’ombra del Vesuvio. Un’occasione originale e riuscita, vista la buona affluenza di pubblico, per stare insieme nel nome della cultura e del gusto.Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco di Terzigno Francesco Ranieri: “GourMATT rappresenta la volontà e la voglia di aprire il MATT ad esperienze che coinvolgano sempre più la comunità e un invito a tutti i cittadini ad avvicinarsi alla storia del nostro territorio riscoprendo le bellezze e la ricchezza dei reperti archeologici delle ville romane di Terzigno”.Non ha nascosto la propria felicità l’Assessore alla Cultura Genny Falciano: “Ho sempre pensato che la cultura non sia altro che voglia di conoscenza e che la conoscenza ha bisogno di essere veicolata con iniziative di insieme che possano far scoprire tutte le ricchezze del territorio vesuviano. Ieri i fatti ci hanno dato ragione e proseguiremo con questi incontri con i quali intendiamo aprire Terzigno al mondo e portare il mondo a Terzigno. Ieri abbiamo avuto visitatori dall’Australia agli Stati Uniti e a loro è piaciuto scoprire i nostri tesori anche attraverso l’assaggio di eccellenze enogastronomiche che solo la Campania sa offrire.Grazie – continua l’assessore Falciano – a tutti quelli che hanno contribuito a rendere unica la serata, in particolar modo all’Associazione per la Valorizzazione della Colatura di Alici di Cetara Dop ed ai prodotti di Lucia Di Mauro dell’azienda Iasa, a Massimo Setaro e ai suoi splendidi vini del Vesuvio di Casa Setaro e ai fratelli Pacera che hanno deliziato gli ospiti con i loro prodotti caseari.Ed un ringraziamento particolare all’Istituto Superiore Striano-Terzigno, ai docenti, agli alunni e al dirigente. Adesso sotto col prossimo appuntamento”.Il MATT – Museo Archeologico Territoriale di Terzigno
Il Museo è stato realizzato nell’ex mattatoio comunale, un edificio in muratura di armonioso pregio architettonico, costruito intorno agli anni ‘30, dismesso ed abbandonato per anni.Grazie all’impegno delle amministrazioni che si sono succedute nel tempo ed ai fondi europei, è stato possibile effettuare i lavori di ristrutturazione che l’hanno restituito alla Cittadinanza come area museale, facendogli assumere un nuovo ruolo urbano che è al tempo stesso culturale e sociale.

Pianta primo piano Museo MATT

Nelle sale del MATT è ospitata la mostra “Pompei oltre le mura – le ville romane di Terzigno all’ombra del Vesuvio”, dove sono stati collocati alcuni reperti provenienti dalle ville rinvenute nella Cava Ranieri di Terzigno. In questa cava fino al 1981 si estraeva il basalto, prezioso materiale vulcanico adoperato per l’edilizia. L’attività estrattiva si esaurì quando si raggiunse lo strato relativo al seppellimento operato dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. che, insieme con le città di Pompei, Ercolano, Stabiae, Oplontis, seppellì anche la campagna circostante collocata ai piedi del vulcano, densamente popolata e sfruttata per attività agricole.Ciò che venne recuperato dalla ex Cava Ranieri, grazie alle indagini archeologiche condotte dalla Soprintendenza per un trentennio (1981-2011), furono i resti di cisterne, strutture murarie, una tomba oltre a tre ville rustiche che avevano conservato praticamente intatte quelle testimonianze legate alla vita quotidiana di duemila anni fa. Sono stati riportati alla luce da queste ville, affreschi di pregevole fattura, vasellame, attrezzi agricoli o attrezzi legati alle attività domestiche, argenteria e monili d’oro.Gli affreschi vennero distaccati dalle pareti per esigenze di conservazione e le ville rinterrate, in attesa di poter essere restituite definitivamente al pubblico in un futuro progetto di fruizione del territorio. Nel percorso espositivo che si snoda tra le sale del primo e secondo piano del Museo sono sistemate numerose pareti dipinte, attrezzi, vasellame in terracotta che ci consentono di ricostruire l’immagine e la vita di un paesaggio brulicante di vita ai piedi del famoso vulcano.Museo Archeologico Territoriale di Terzigno
Corso Luigi Einaudi, 80040 Terzigno (Na)
Durata:1 ora
Costo: Ingresso gratuito
Dal lunedì al Venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Sabato e Domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 20.00

Share This Post!
  • Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Frittura di gamberi e calamari
  • Mattina 8
    Mattina 8
  • Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Montanara con la Genovese
  • Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
  • La Lanterna Mugnano del Cardinale
    La Lanterna Mugnano del Cardinale
    Paella Valenciana
  • Osteria Signora Bettola               Napoli
    Osteria Signora Bettola Napoli
    Il ragù
  • Risotto
    Risotto
    Paolo Gramaglia
  • Tenuta Romano                       Saviano (Na)
    Tenuta Romano Saviano (Na)
    Carrè di vitello
  • Casa Lerario                                   Melizzano (Bn)
    Casa Lerario Melizzano (Bn)
    Zampone allo zabaione
  • Vasinicola               Caserta
    Vasinicola Caserta
    Pasta e patate con la provola
  • Riccio La Locanda del Mare                    Baia
    Riccio La Locanda del Mare Baia
    Tartare di gambero rosso con julienne di seppioline e mentuccia
  • Made in Food      Posillipo
    Made in Food Posillipo
    Penne lardiate nella pagnotta di Filosa
  • Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartare di tonno con funghi e tartufo
  • Taverna Estia          Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carne di Maiale
  • Taverna Estia               Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carciofi cotti in olio extravergine, affumicati e farciti con spuma al pecorino, guanciale e tartufo nero
  • La Bifora                                       Bacoli
    La Bifora Bacoli
    Salsiccia di pezzogna con i friarielli e panino al nero di seppia
  • Terrazza Calabritto Napoli
    Terrazza Calabritto Napoli
    aragosta
  • Zeppola di San Giuseppe
    Zeppola di San Giuseppe
    Sabatino Sirica