Da Barcellona a Rotterdam… “The Best Chef Award” si sposta nei Paesi Bassi per la finale del 2020

Di : | 0 commenti | On : 04/03/2020 | Categorie: : Buonissimo, Eventi, News, Ristoranti

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

ROTTERDAM –Dalla Spagna ai Paesi Bassi… da Barcellona a Rotterdam.

Qualche ora fa che i responsabili di “The Best Chef Awards” hanno, dunque, annunciato i nomi dei 100 nuovi candidati che concorreranno alla finale di quest’anno, che si terrà appunto a Rotterdam, cittadina scelta proprio per premiare il suo impegno verso il rispetto per l’ambiente.

Il sistema adottato da The Best Chef è semplice, ossia selezionare ogni anno 100 chef che potranno poi concorrere alla conquista del titolo di miglior chef del pianeta secondo i seguaci dei social di The Best Chef ed ovviamente di un gruppo di collaboratori indipendenti divisi in tutto il mondo.

“Dopo Barcellona 2019 la nostra organizzazione è cresciuta tantissimo e –chiarisce Cristian Gadau, direttore creativo e fondatore di ‘The Best Chef’, ndr.- lavorerà per dare ancor maggior sostanza allo slogan #OURHISTORYISTHEFUTURE… il tutto lavorando a braccetto con il gruppo di ‘Food Meets Science’ ed ‘Area Talks’.

L’hastag di prima -sostiene Garau-  non è solo uno slogan, ma è un nostro concreto obiettivo.

da sinistra Antonio Tammaro e Cristian Gadau

Infatti, noi vogliamo dar valore a quello che per noi conta più di ogni altra cosa: la ristorazione. Il mondo della gastronomia non deve essere solo una passerella ma dobbiamo far tesoro della nostra storia e degli errori del passato per educare, guidare e dare una direzione alle generazioni future di nuovi chef. 

Rotterdam per questo è stata una scelta naturale.

In un mondo in cui temi come il rispetto dell’ambiente e sostenibilità si fanno sempre più sentire, non potevamo non scegliere una città simbolo per le lodevoli pratiche ambientali. Inoltre -conclude Gadau- tenevamo in particolar modo a ringraziare la comunità degli chef dei Paesi Bassi che da tempo fanno parte della grande famiglia di The Best Chef e con calore ci spingono e sostengono nel realizzare i nostri propositi”.

Sulla stessa lunghezza d’onda di Gadau si collocano le affermazioni di Antonio Tammaro, referente italiano di The Best Chef Award (conosciuto nel mondo food con nomignolo di “Lucifero”, ndr.). “Questo premio –afferma euforico – rappresenta un premio per tutte quelle persone che da quattro anni ci seguono sui social.

Vogliamo dare al mondo social la possibilità di dire la loro sulla scena gastronomica mondiale.

Tengo a chiarire che il vincitore di ‘Followers 2020’ non sarà lo chef più bravo –conclude “Lucifero”- bensì lo chef più amato dal mondo social”.

logo della scorsa edizione di The Best Chef Awards, edizione che si tenne in Spagna a Barcellona

Le nazioni che annoverano le maggiori nomine di chef candidati vincitori quest’anno sono l’Italia, la Francia, la Spagna, gli USA, il Brasile ed i Paesi Bassi. 

L’Italia, in particolare, conta 5 nuovi candidati che si aggiungono alla già folta schiera di cuochi italiani presenti nella Top100 2019 (Massimo Bottura, Niko Romito, Enrico Crippa, Massimiliano Alajmo, Davide Oldani, Mauro Uliassi, Christian Puglisi, Andrea Aprea, Floriano Pellegrino, Enrico Bartolini) e potranno tutti ambire a far parte della Top 100 del 2020 che sarà svelata a Rotterdam il prossimo 23 settembre.

Infine le new entry italiane per il 2020 sono le seguenti: Antonia Klugmann (L’Argine di Vencò), Donato Ascani (Glam di Venezia),  Luca Fantin (Il Ristorante di Tokyo), Giuseppe Iannotti (Kresios di Telese Terme) e Paolo Casagrande (Lasarte di Barcellona).

Le votazioni di questa edizione di “The Beste Chef Award” inizieranno il prossimo 1 Aprile ed andranno avanti sino al giorno della finale che ci sarà il 23 Settembre a Rotterdam. 

Tra le novità di quest’anno ci sarà il nuovo riconoscimento “Science”, un award che sarà destinato allo chef  che più avrà inciso in materia di ricerca, sperimentazione, tecnica e tutti quegli aspetti che migliorano in modo concreto e significativo la ristorazione.

“The Best Chef” è un progetto nato tra il 2015 ed il 2016 da un idea di Cristian Gadau, sardo purosangue, e della neurologa Joanna Slusarczyk con l’obiettivo di creare una lista gastronomica (che alla fine diviene una #Top100) che fosse staccata da realtà classiche editoriali, bensì partisse da una base social.

Questa intuizione ha generato un fenomeno in gradi di generare in soli 3 anni oltre 1,2 milioni di followers ed attestarsi nel mondo come uno degli eventi culinari più attesi del panorama internazionale.

Dopo Varsavia 2017, Milano 2018 e Barcellona 2019, Rotterdam ospiterà la quarta edizione 2020 che, per la prima volta nella sua storia, si svolgerà in tre giorni. 

Si apriranno le danze con il “Food Meets Science” che vedrà dialogare sullo stesso palco scienziati e chef. 

Il secondo giorno sarà focalizzato su Area Talks, il pannello di discussione che attraverso i suoi speakers affronterà temi di attualità, problematiche odierne nel mondo della ristorazione, ambiente, territorio e altro ancora. 

Nel terzo ed ultimo giorno della manifestazione vi sarà l’attesissimo gala di presentazione della lista dei migliori 100 chef per l’anno 2020 è quindi il nome del vincitore.

 

www.thebestchefawards.com

Joanna Slusarczyk

Communications and Event Director

press@thebestchefawards.com 

+48 604 054 370

Share This Post!
  • Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Frittura di gamberi e calamari
  • Mattina 8
    Mattina 8
  • Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Montanara con la Genovese
  • Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
  • La Lanterna Mugnano del Cardinale
    La Lanterna Mugnano del Cardinale
    Paella Valenciana
  • Osteria Signora Bettola               Napoli
    Osteria Signora Bettola Napoli
    Il ragù
  • Risotto
    Risotto
    Paolo Gramaglia
  • Tenuta Romano                       Saviano (Na)
    Tenuta Romano Saviano (Na)
    Carrè di vitello
  • Casa Lerario                                   Melizzano (Bn)
    Casa Lerario Melizzano (Bn)
    Zampone allo zabaione
  • Vasinicola               Caserta
    Vasinicola Caserta
    Pasta e patate con la provola
  • Riccio La Locanda del Mare                    Baia
    Riccio La Locanda del Mare Baia
    Tartare di gambero rosso con julienne di seppioline e mentuccia
  • Made in Food      Posillipo
    Made in Food Posillipo
    Penne lardiate nella pagnotta di Filosa
  • Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartare di tonno con funghi e tartufo
  • Taverna Estia          Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carne di Maiale
  • Taverna Estia               Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carciofi cotti in olio extravergine, affumicati e farciti con spuma al pecorino, guanciale e tartufo nero
  • La Bifora                                       Bacoli
    La Bifora Bacoli
    Salsiccia di pezzogna con i friarielli e panino al nero di seppia
  • Terrazza Calabritto Napoli
    Terrazza Calabritto Napoli
    aragosta
  • Zeppola di San Giuseppe
    Zeppola di San Giuseppe
    Sabatino Sirica