L’emergenza COVID-19, la nuova sfida per il futuro

Di : | 0 commenti | On : 27/04/2020 | Categorie: : News

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti
In questa fase di contenimento del contagio, uno dei temi più importanti da affrontare, al fine di evitare il più possibile il contatto con superfici potenzialmente infette, riguarda i dispositivi di protezione. Proprio per questa ragione tutti noi siamo posti di fronte ad una nuova sfida da affrontare relativa alla raccolta differenziata. I dispositivi di protezione stanno riempiendo le nostre strade diventando un pericolo per l’ambiente e anche per la salute degli italiani e di tutto il Pianeta. Ad oggi c’è un utilizzo molto elevato dei dispositivi di protezione come mascherine, visiere, guanti, tute e molti altri prodotti in plastica. Come avverte Francesco Saverio Violante, esperto del Policlinico Sant’Orsola di Bologna, il fabbisogno dell’Italia durante la Fase 2 sarà pari a 40 milioni di mascherine al giorno. Considerando che una mascherina chirurgica pesa tra i 5 e i 12 grammi, si arriverà ad un utilizzo di 300 tonnellate di rifiuti in un solo giorno. Per queste centinaia di tonnellate di rifiuti e di tanti altri prodotti di plastica, dopo essere utilizzati, non esiste una destinazione dove possono essere riciclati e riutilizzati. Di conseguenza bisogna anche pensare al problema dello smaltimento e risulta di fondamentale importanza attingere ad una soluzione. E’ il momento di dedicare molta attenzione e decidere in fretta una raccolta intelligente e pensare ad idee innovative in modo da rendere riciclabile tali dispositivi. Le mascherine chirurgiche sono costituite in fibre di poliestere o polipropilene o altre materie plastiche di questa natura. Al fine di evitare che questi prodotti inquinino i nostri mari, bisogna ricorrere necessariamente allo smaltimento delle protezioni sanitarie usate in questo tempo di pandemia. Sarà sicuramente una bella sfida ma la soluzione esiste! La nostra azienda “Recy Technologies Srl” si occupa di progettazione e costruzione di nuove tecnologie per poter riciclare nel migliore dei modi tutti i materiali difficili che prima finivano in discarica o nei termovalorizzatori.
Nell’ultimo periodo la Recy Technologies ha ideato un impianto innovativo, il nuovo Super EXT che è in fase di brevetto, detto impianto separa le plastiche miste, lava ad alta temperatura e fonde tutti i materiali misti ottenendo così un ottimo materiale riciclato. Nel breve tempo sarà pronto per riciclare tutti questi prodotti inquinati e pericolosi trasformandoli in una risorsa per il paese. Nel 2013 grazie alle nostre capacità di progettazione e alle nostre capacità innovative abbiamo realizzato il primo impianto nel mondo per il riciclo delle reti da pesca mai riciclate prima di quel momento. Tutte i nostri impianti vengono progettati e costruiti all’interno dei nostri stabilimenti in Parona Lomellina (PV). La nostra azienda è specializzata nella progettazione ad hoc di impianti capaci di soddisfare tutte le esigenze del cliente ed è per tale ragione che siamo anche in grado di fornire una soluzione al problema attuale delle mascherine chirurgiche. La nostra tecnologia permette di trasformare quello che rappresenterà sicuramente un problema ambientale, in una importante risorsa da riutilizzare in vari settori. Il nostro impianto permetterà la possibilità di strutturare un sistema efficiente e in grado di garantire la vera economia circolare, a vantaggio di tutta la collettività Relativamente all’impianto, in fase brevettuale, esiste già un prototipo funzionante che garantirà il riciclo completo delle mascherine e altre tipologie di rifiuti analoghi, stiamo predisponendo, grazie al supporto della società Sinapsi Advisor guidata da Luigi Generali, la documentazione ed i business plan necessari per accedere a varie forme di finanziamento, sia a livello nazionale che con fondi specifici dell’Unione Europea, l’obiettivo è quello di iniziare l’attività nel giro di pochissimo tempo.
Share This Post!
  • Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Ristorante Mesa San Giorgio a Cremano
    Frittura di gamberi e calamari
  • Mattina 8
    Mattina 8
  • Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Pizzeria Fratelli Salvo Riviera di Chiaia Napoli
    Montanara con la Genovese
  • Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
  • La Lanterna Mugnano del Cardinale
    La Lanterna Mugnano del Cardinale
    Paella Valenciana
  • Osteria Signora Bettola               Napoli
    Osteria Signora Bettola Napoli
    Il ragù
  • Risotto
    Risotto
    Paolo Gramaglia
  • Tenuta Romano                       Saviano (Na)
    Tenuta Romano Saviano (Na)
    Carrè di vitello
  • Casa Lerario                                   Melizzano (Bn)
    Casa Lerario Melizzano (Bn)
    Zampone allo zabaione
  • Vasinicola               Caserta
    Vasinicola Caserta
    Pasta e patate con la provola
  • Riccio La Locanda del Mare                    Baia
    Riccio La Locanda del Mare Baia
    Tartare di gambero rosso con julienne di seppioline e mentuccia
  • Made in Food      Posillipo
    Made in Food Posillipo
    Penne lardiate nella pagnotta di Filosa
  • Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartare di tonno con funghi e tartufo
  • Taverna Estia          Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carne di Maiale
  • Taverna Estia               Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carciofi cotti in olio extravergine, affumicati e farciti con spuma al pecorino, guanciale e tartufo nero
  • La Bifora                                       Bacoli
    La Bifora Bacoli
    Salsiccia di pezzogna con i friarielli e panino al nero di seppia
  • Terrazza Calabritto Napoli
    Terrazza Calabritto Napoli
    aragosta
  • Zeppola di San Giuseppe
    Zeppola di San Giuseppe
    Sabatino Sirica