Paccheri con fiori di zucchine, zafferano, cozze e taratufi

27/09/2018
  • Per quante persone? 4
  • Tempo di preparazione: 40min
  • Tempo di cottura 20min
FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Paccheri con fiori di zucchine, zafferano, cozze e taratufi, ingrediente principale: fiori di zucchine, zafferano, cozze e taratufi.

I paccheri con fiori di zucchine, zafferano, cozze e taratufi, sono un primo piatto che esalta il gusto tradizionale dei frutti di mare, con quel tocco sfizioso dello zafferano e i fiori di zucchine, tutti insieme formano un tripudio di colori, abbinando il mare alla terra. Sicuramente stupirete i vostri ospiti servendo questo primo piatto, che sicuramente sarà bello da vedere e buono da mangiare, insomma prima gioia per gli occhi e poi per il palato.

Paccheri con fiori di zucchine, zafferano, cozze e taratufi, ingredienti per quattro persone:

  • 350gr Paccheri
  • 1kg di cozze
  • 500gr di taratufi
  • 3 spicchi d’aglio
  • 2 bustine di zafferano
  • Olio evo
  • Prezzemolo
  • Vino bianco
  • 20/25 fiori di zucchine

Paccheri con fiori di zucchine, zafferano, cozze e taratufi, procedimento:

Per preparare i paccheri con fiori di zucchine, zafferano, cozze e taratufi, iniziate con la pulizia dei frutti di mare, poi passate a lavare i fiori delle zucchine. Fate aprire separatamente i frutti di mare, insieme con uno spicchio d’aglio e un poco di vino bianco, filtrate e recuperate in una ciotolina il liquido rilasciato. Lasciate raffreddare un poco i frutti di mare, e separateli dai gusci, conservandone alcuni integri per guarnire il piatto. In una capiente padella, soffriggete lo spicchio d’aglio rimanete con olio evo, appena biondo eliminatelo e mettete i fiori delle zucchine puliti e tagliati a striscioline, conservandone alcuni integri per guarnire il piatto. Appena i fiori di zucca saranno appassiti sfumate con un poco di vino bianco, unite il liquido rilasciato dai frutti di mare, e lasciate cuocere per qualche minuto. Cuocete i paccheri al dente, colateli direttamente nella padella, dove continuerete la cottura per un paio di minuti, poi unite i frutti di mare sgusciati, saltate per un altro minuto, impiattate, guarnite con i frutti di mare ed i fiori di zucchine lasciati integri, trito di prezzemolo e servite ben caldi

 

Cuochi si nasce e lui lo..

Altri piatti dell'autore »
Media votazione lettori

(4.7 / 5)

4.7 5 3
Vota questa ricetta

3 lettori hai votato questa ricetta

Ricette correlate:
  • Pomodorini confit

  • Riso con calamari, zest di peperoni e semi di papavero

  • Vermicelli con le uova di riccio

  • Gnocchi con cipolla al profumo di mare

  • Gnocchi cremosi alle noci

  • Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
    Provolone del Monaco Dop
  • Osteria Signora Bettola               Napoli
    Osteria Signora Bettola Napoli
    Il ragù
  • Tenuta Romano                       Saviano (Na)
    Tenuta Romano Saviano (Na)
    Carrè di vitello
  • Casa Lerario                                   Melizzano (Bn)
    Casa Lerario Melizzano (Bn)
    Zampone allo zabaione
  • Vasinicola               Caserta
    Vasinicola Caserta
    Pasta e patate con la provola
  • Riccio La Locanda del Mare                    Baia
    Riccio La Locanda del Mare Baia
    Tartare di gambero rosso con julienne di seppioline e mentuccia
  • Made in Food      Posillipo
    Made in Food Posillipo
    Penne lardiate nella pagnotta di Filosa
  • Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartufi che Passione Baccalà la tentazione
    Tartare di tonno con funghi e tartufo
  • Taverna Estia          Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carne di Maiale
  • Taverna Estia               Brusciano
    Taverna Estia Brusciano
    Carciofi cotti in olio extravergine, affumicati e farciti con spuma al pecorino, guanciale e tartufo nero
  • La Bifora                                       Bacoli
    La Bifora Bacoli
    Salsiccia di pezzogna con i friarielli e panino al nero di seppia
  • Terrazza Calabritto Napoli
    Terrazza Calabritto Napoli
    aragosta
  • Pizza caprese
    Pizza caprese
    Salvatore Vesi a Caserta